Risultati per 'Indennità suppletiva di Clientela':

Di seguito l'elenco dei risultati di ricerca trovati rilevanti per la keyword 'Indennità suppletiva di Clientela':

Risultati maggiormente rilevanti:



 indennità suppletiva di clientela 2020: calcolo, fac ...
L’indennità suppletiva di clientela è una cosa, il risarcimento danni è un altro. L’agente infatti, anche se ha ricevuto la sua indennità suppletiva di supplenza ma ritiene di aver subito un danno, può comunque chiedere un risarcimento. Se l’azienda non è d’accordo a pagarlo, l’agente potrà rivolgersi al giudice intentando una causa.

 indennità suppletiva di clientela: ultime sentenze
Indennità suppletiva di clientela: quando non è dovuta? Ai sensi dell’articolo 1751, comma 2, c.c., l’indennità suppletiva di clientela non è dovuta se il contratto si risolve per un’inadempienza imputabile all’agente, quando l’agente recede dal contratto o quando esso si scioglie per mutuo consenso.

 indennità di clientela, calcolo indennità suppletiva di ...
Indennità di Clientela Indennità di fine rapporto. L’indennità di fine rapporto degli agenti di commercio può essere equiparata al il T.F.R. dei dipendenti, ma con una grande differenza. Difatti l’indennità di fine rapporto non è sempre dovuta, soprattutto se la cessazione del contratto avviene è per “colpa” dell’agente.



Altri risultati:



 indennità suppletiva di clientela: fino a quando va ...
Significa che l’indennità suppletiva di clientela è dovuta (solo) sulle somme maturate prima della data di cessazione del rapporto, anche se non ancora pagate. Se il criterio di maturazione provvigioni utilizzato dall’azienda è quello del “fatturato”, dovranno essere considerate tutte le provvigioni maturate sulla base delle fatture emesse fino alla data di cessazione del rapporto.

 indennita’ suppletiva di clientela - assoagenti
INDENNITA’ SUPPLETIVA DI CLIENTELA . L'AEi 18.12.1974 (art. 10) e l'AEc 18.01.1977 (art. 14) introducono per i contratti a tempo indeterminato un nuovo istituto connesso con lo scioglimento del rapporto: l'indennità suppletiva di clientela.

 indennità suppletiva di clientela e chiarimenti dell ...
L’indennità suppletiva di clientela è calcolata applicando alle provvigioni e agli altri compensi maturati dall’agente nel corso dello svolgimento del rapporto di lavoro, un’aliquota che può variare dal 3 al 4%. Di seguito un breve schema riassuntivo:

 indennità suppletiva di clientela - previdenza professionisti
L'indennità suppletiva di clientela sarà dunque corrisposta anche in caso di dimissioni dell'agente dovute a sua invalidità permanente e totale o per conseguimento della pensione di vecchiaia ENASARCO, o anche per conseguimento di pensione di vecchiaia INPS, nonché in caso di decesso, oppure per circostanze attribuibili al preponente (art. 1751 cod. civ.).




Last Search Plugin 2.03

Ricerche correlate


Ricerche simili a 'Indennità suppletiva di Clientela' effettuate:



Last Search Plugin 2.03
Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser